Sesta Stagione (sesta stagione)

From Super-wiki
Jump to: navigation, search

Sesta Stagione

Senza l'arcangelo Michele alla guida degli angeli, è guerra civile in Paradiso. Come promesso al fratello, Dean si costruisce una vita normale, andando a vivere con la sua vecchia fiamma Lisa. Dopo un anno, sull'uscio di casa si ripresenta Sam che gli fa sapere di essere stato riportato in vita insieme a Samuel Campbell, loro nonno materno. Dean presto si accorge che Sam durante le missioni è molto più efficiente e spietato, freddo e calcolatore. Chiedendo quindi aiuto a Castiel il gruppo scopre che il suo corpo è stato riportato sulla Terra senz'anima. Dean fa un patto con Morte, che riporta l'anima di Sam nel corpo del ragazzo, bloccandogli però il ricordo degli eventi vissuti nella gabbia con Michele e Lucifero, che sarebbero in grado di farlo impazzire. Castiel ammette di essersi alleato segretamente con Crowley, ex Re dei demoni degli incroci e ora nuovo reggente degli Inferi, che come l'angelo vuole trovare l'ingresso per il Purgatorio, mitico piano d'esistenza popolato dalle defunte creature soprannaturali, per impossessarsi delle anime in esso contenute. Il demone rapisce Lisa e suo figlio Ben per usarli contro Sam e Dean e convincerli a non fermare i loro piani; non condividendo il suo operato, Castiel tradisce il loro patto e batte Crowley sul tempo, aprendo il Purgatorio per conto suo: una volta impadronitosi dell'energia delle anime, la sua natura angelica subisce un'evoluzione e l'angelo si proclama come nuovo Dio.